Progettazione - Realizzazione - Manutenzione e Assistenza Tecnica


Impianto a Radiatori


Radiatori in Ghisa

I radiatori in ghisa mantengono più a lungo il calore e continuano ad emetterlo anche quando l’impianto è spento ma sono più ingombranti e impiegano più tempo per riscaldarsi.

Radiatori in Alluminio

I radiatori in alluminio si scaldano rapidamente ma tendono a raffreddarsi piuttosto velocemente, lavorano soprattutto per convezione: quando diminuisce la temperatura, il movimento d'aria convettivo si riduce e quindi la resa termica diminuisce notevolmente  Hanno un minor ingombro e permettono di sfruttare al meglio lo spazio.

Radiatori in Acciaio

I radiatori in acciaio come quelli in alluminio si scaldano e raffreddano velocemente. Lavorano sia per convezione sia in buona parte per irraggiamento. Al diminuire della temperatura la resa termica del radiatore in acciaio diminuisce ma in maniera meno veloce rispetto a quello in alluminio. 

L’acciaio ha caratteristiche intermedie tra alluminio e ghisa in termini di rapidità nello scaldarsi e nello raffreddarsi, è più robusto dell’alluminio. La resa calorica è di 1:2 tra acciaio e alluminio, cioè un elemento di acciaio scalda come due elementi di alluminio. 

L’acciaio è un materiale modellabile che viene utilizzato per sviluppare forme particolari di radiatori, quali oggetti di arredamento.

I Radiatori in Acciaio sono di modello:

Tubolare: i radiatori tubolari sono quelli più usati in quanto hanno una maggiore superficie radiante rispetto alle altre tipologie,

 a Piastra: questi radiatori sono piatti e sottili ed hanno una superficie ampia. La superficie può essere decorata.

 

Scaldasalviette

Si tratta di un radiatore che oltre alla funzione originaria di riscaldare l’ambiente ha anche quella di asciugare accappatoi, asciugamani, salviette o teli posti su di esso. Visto l’uso viene installato soprattutto in bagno, occupa meno spazio dei termosifoni tradizionali ed è disponibile in varie forme e dimensioni tanto da venir considerato elemento d’arredo.

Lo scaldasalviette è composto da elementi di forma tubolare o piatta che si estendono in altezza, ed è disponibile in modelli a parete, a piantana.

Gli scaldasalviette sono realizzati in alluminio o acciaio e per evitare la corrosione a contatto con l’umidità, vengono verniciati con particolari vernici epossidiche.

Quelli in acciaio, vista la duttilità del materiale che può essere utilizzato per realizzare forme particolari, vengono anche chiamati termoarredo.

In relazione alle modalità di funzionamento distinguiamo:

Scaldasalviette idraulico: è collegato all’impianto di riscaldamento e funziona ad alta temperatura come un normale termosifone.

Scaldasalviette elettrico: può essere acceso indipendentemente dall’impianto di riscaldamento quando se ne abbia bisogno.

In quanto apparecchio a corrente elettrica, devono essere adottate delle misure di sicurezza per l’installazione e l’uso.

Lo scaldasalviette elettrico funziona con una resistenza elettrica, a forma di serpentina, che riscalda il liquido termovettore che circola all’interno del radiatore. La temperatura può essere regolata da un termostato. In quanto apparecchio a corrente elettrica, devono essere adottate delle misure di sicurezza per l’installazione e l’uso.


 

Indirizzo

VIA SALVO D'ACQUISTO N°1

GRAMMICHELE

95042

Italia

E-mail
Telefono